“Antropozoologie” di Biagio IACOVELLI

Titolo: Antropozoologie

Autore: Biagio Iacovelli

Casa Editrice: Eretica Edizioni

Anno: 2019

Illustrazioni: Eleonora Iacovelli

Suggestioni Interpretative: Filippo Gazzaneo

Biagio Iacovelli, al suo esordio letterario (con una prefazione dell’attore teatrale, drammaturgo e scrittore, Moni Ovadia), ci prende per mano e ci porta, attraverso nove racconti, in altrettante dimensioni distopiche e grottesche. Si parte con “La gallina che voleva diventare un’aquila”, racconto che, richiamando la mitologia greca, ci insegna a apprezzare noi stessi per ciò che siamo; si prosegue con “La stirpe di Caino”, rivisitazione di un episodio biblico, che si sofferma sul concetto di bene e male; troviamo poi “La festa” tratteggiante un futuro distopico e inquietante; appena dopo facciamo la conoscenza del signor Lorenzo Narcisi, ovvero il PresidenTre, in un racconto dai connotati grotteschi dal titolo “Titan Arum – Dietro lo specchio”; ci si immerge poi in un’atmosfera cupa e onirica in “La giostra”; il racconto “Fiat Lux” ci avvolge in un vortice di suoni, rumori, profumi e immagini attraverso le sensazioni di una donna; “Il canovaccio” ci presenta un attore alle prese con dubbi e domande esistenziali; al termine di un viaggio interstellare ci troviamo di fronte alla desolazione di un pianeta decadente ne “Il botanico”; dulcis in fundo il libro si conclude con “…e alla fine?”, racconto che ci insegna a goderci pienamente la vita.

Le storie sono ambientate in universi in cui nessuno vorrebbe vivere, ma lasciano al lettore una vaga sensazione di vissuto. Le iperboli disegnate dall’autore sfiorano il mito per poi portarci dentro storie cupe e fantascientifiche, ma tutte legate da quella sensazione di “qualcosa che non va” tipica della condizione umana. Nei racconti in prima persona l’immersione è profonda, quasi come una prestazione attoriale resa nero su bianco. In quelli scritti in terza persona, invece, si ha l’impressione che una telecamera inquadri da dentro i personaggi e ci faccia vedere le loro intime emozioni. La scrittura è ricercata, a volte non è semplice seguire tutte le sensazioni che ci trasmette, ma i racconti scorrono con piacere lasciando soddisfatto il lettore.

Considerazioni personali:

Marco:

dicono che esistono due tipi di scrittori: quelli che vogliono ordinare il mondo e quelli che vogliono aprire le ferite del mondo. Biagio Iacovelli appartiene senza dubbio a quest’ultima categoria. Squarcia le cicatrici e mette in mostra le nostre piaghe nascoste, le lascia lì come monito per farci riflettere. Noi lettori allora accorriamo a medicarci, ma le sensazioni riaffiorano sotto il cerotto anche dopo aver finito di leggere. Ho divorato questo libro d’un fiato e poi l’ho lasciato decantare, scoprendo più cose qualche tempo dopo la lettura.

Stefy:

Sappi portare la tua croce e credi. Io credo, e il mio dolore si placa, e quando penso alla mia vocazione, non ho più paura della vita”.

Personaggio di Nina – da “Il gabbiano” di A.Cechov

Antropologico e profondo, Biagio Iacovelli, ha saputo accompagnarmi, in qualità di lettrice, in un mondo letterario per me nuovo, così visionario e grottesco. Ha saputo scandagliare, con leggiadria, gli aspetti profondi e nascosti dell’animo umano, dimostrando un’attenzione ai dettagli interiori. Meglio conosciuto come attore, Iacovelli, al primo esordio letterario, ha dimostrato la sua versatilità e la sua creatività, onori e oneri della professione artistica. In questo volume ha saputo valorizzare la sua vocazione, con coraggio e libertà, dimostrandosi un vero scrittore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: