“Dracula” – di Bram STOKER

Nel 1897 esce la prima edizione di “Dracula”, romanzo scritto da Bram Stoker.
Ibrido tra alcuni generi (gotico, horror e romanzo epistolare) il libro è ambientato nell’anno 1890 in Transilvania e in Inghilterra.

“Dentro, stava un vecchio alto, accuratamente sbarbato a parte i lunghi baffi bianchi, vestito di nero dalla testa ai piedi, senza una sola macchia di colore in tutta la sua persona” ( da “Dracula”, capitolo II, Diario di Jonathan Harker) .
Viene descritto così l’enigmatico protagonista durante il suo incontro con l’avvocato Jonathan Harker, inviato dal suo capo in Transilvania, per concludere l’acquisto di un’abitazione di un nobile Conte nella città di Londra.
Harker viene in contatto con le superstizioni della gente locale, i quali, spaventati, gli sconsigliano di recarsi dal Conte, che lui conosce inizialmente come un anziano dai modi gentili.
Da questo incontro, inizia il cambiamento della sua vita, che condurrà lui, la moglie e altri protagonisti in un’avventura cupa e caratterizzata dalla lotta contro il tempo.

Scritto con uno stile calzante e curioso, rappresenta uno degli ultimi esempi di romanzi gotici; conduce il lettore in atmosfere oscure, trasmettendo ampiamente l’angoscia dei protagonisti, continuamente perseguitati dalla figura di Dracula.

Sembra strano, ma in tanti anni passati da lettrice, seppur appassionata del genere gotico/horror non avevo mai preso in mano questo volume che giaceva nascosto in libreria. Consigliatomi da Marco, ho trovato una piacevole sorpresa. Quando leggo amo molto lasciar fluire la mente, accompagnando le parole ad immagini visive. In questo caso la più bella è stata quella del castello di Dracula, abbarbicato lassù, sulle montagne della Transilvania; ho immaginato il cielo nero, tempestoso e ho avvertito l’ululare dei lupi. Ma ciò che ho sentito maggiormente leggendo il libro è l’angoscia dei personaggi di fronte al Conte, capace di presentarsi improvvisamente nelle ore notturne per espropriare gli essere umani del sangue, energia vitale della loro esistenza.
Mi sono gustata il romanzo a poco a poco e lo consiglio a tutti gli amanti del genere che hanno voglia di godersi un grande e coinvolgente classico della letteratura.

Ma ecco qualche piccola curiosità sul libro: alcuni pensano che Stoker, abbia tratto ispirazione per il suo protagonista dalla figura di Vlad III, Principe di Valacchia, figlio di Vlad II, investito dell’Ordine del Dragone (da qui l’appellativo di “Draculea”- figlio del dragone- o figlio del demonio). Altri ancora, ritengono che abbia preso spunto dalla morte di una giovane ragazza inglese e di alcuni suoi famigliari, deceduti dopo aver avuto come sintomi la perdita di appetito e un marcato pallore. Pare che, alla riesumazione dei corpi, quelli dei famigliari furono trovati decomposti mentre quello della giovane donna completamente intatto, tale da indurre il padre della stessa a conficcarle un paletto di legno nel petto e bruciare il corpo.
Stoker pare abbia scelto la Transilvania perché nessun altro luogo si presentava più adatto di questa nell’accogliere, all’epoca, il passaggio di culture diverse, così come caratteristica principale del Conte Dracula stesso.
Inoltre, si narra che la storia abbia avuto origine da un incubo avuto da Stoker dopo una scorpacciata di gamberi.
Insomma, tante sono le curiosità che coinvolgono questo libro, diventato anche un punto fermo sia dal punto di vista storico, ma anche cinematografico e televisivo.
Un capolavoro letterario di altri tempi che non è destinato a scomparire, rimanendo sempre attuale.

Stefy

2 pensieri riguardo ““Dracula” – di Bram STOKER

  1. Bella recensione!
    Ho letto Dracula diversi anni fa e ricordo che mi piacque. Purtroppo, dopo tutto questo tempo, mi viene difficile ricordare esattamente cosa provai, ma le tue parole mi hanno riportata sicuramente in quelle atmosfere! Lo metterò nella lista dei libri da rileggere (come se la mia tbr nuova non fosse già abbastanza lunga…).

    "Mi piace"

    1. Grazie!!!! Io ho amato l’atmosfera cupa e misteriosa!!! A volte si ha bisogno di qualcosa di diverso e un po’ più oscuro! Anche io ho una tbr lunga ahahahah! E Dracula era uno dei libri non letti. Riprendilo appena puoi!!!!😉

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: