“L’anulare” di Yoko OGAWA

Ho scelto questo piccolo libro in un momento in cui avevo deciso di uscire temporaneamente dalla mia zona di sicurezza letteraria. Nella mia vita da accanita lettrice non mi ero mai approcciata alla conoscenza degli scrittori giapponesi. Dopo aver visto una recensione di questo libro, ho voluto curiosare tra le sue righe.

La protagonista di questo volume è una giovane ragazza alla ricerca di un’occupazione. Girando per le vie della sua città, si ritrova davanti a un annuncio di lavoro presso un piccolo ufficio, diretto dal rigoroso signor Deshimaru.
Subito viene assunta per il nuovo incarico, che consiste nell’accogliere le persone che si recano in ufficio a depositare un loro oggetto per farlo trasformare, dalle abili mani del signor Deshimaru, in un “esemplare” da cui il cliente può recarsi ogni volta che sente il desiderio di osservarlo.
La giovane ragazza, poi, ha un tratto distintivo, una perdita che l’ha contrassegnata, ovvero l’assenza di una piccola parte di anulare sinistro. Il suo “pezzetto di carne a forma di conchiglia”, perduto a causa di in incidente accaduto nella fabbrica dove prima lavorava.
A poco a poco, la ragazza verrà inglobata dall’atmosfera misteriosa e silenziosa del laboratorio, ma anche dal fascino che suscita in lei l’enigmatica figura del signor Deshimaru.

Nonostante la brevità, il libro è caratterizzato da una trama surreale e coinvolgente. Lo stile di scrittura è chiaro, pulito e l’edizione molto curata.
L’autrice, Yoko Ogawa, ripone in poche pagine un tripudio della sua scrittura straniante, imponente e ossessiva, descrivendo i dettagli senza mai arrivare alla volgarità di stile.
Il libro è un condensato di autorevolezza e pensiero riflessivo.
Della protagonista mi ha colpita il fatto che sembra muoversi all’interno della storia in modo inconsapevole, senza sapere realmente ciò che sta facendo.
Inoltre, ho notato la totale assenza del concetto di amore e sentimento per i personaggi e lo potrete capire in una scena precisa del racconto.

Curiosità sull’autrice:
Yoko Ogawa, è considerata un’autrice post-modera, famosa per avere una visione pessimista del romanticismo, nonché per la sua abilità nel sondare gli aspetti psicologici più profondi e cupi dell’animo umano.
Le sue storie, spesso narrate in prima persona, posseggono elementi reali e sovrannaturali, spiegati con uno stile sobrio e minimale.

Nella mia vita da lettrice, ho sempre pensato che la letteratura giapponese non facesse per me, snobbandola, e commettendo questo piccolo errore. Ho voluto iniziare con questo libro perché, sin da subito, sono stata incuriosita dalla trama. Mi ha affascinata l’idea del fare di un semplice oggetto un “esemplare”. Come se ciascuno di noi possedesse un cimelio prezioso, ma troppo doloroso da avere davanti agli occhi quotidianamente e per questo portandolo in un luogo dove poterlo osservare all’occorrenza quando se ne sente la mancanza.
Sono stata felice di poter accedere a dimensioni emotive diverse e particolari. Questo libro è stato capace di cambiare la mia prospettiva rispetto alla letteratura giapponese e vedo l’ora di cimentarmi in altri libri delle stessa autrice o di altri autori.

Stefy

2 pensieri riguardo ““L’anulare” di Yoko OGAWA

  1. Curioso!
    Anch’io mi sono avvicinata alla letteratura giapponese solo negli ultimi anni, ma solo per quel che riguarda miti e leggende. Devo ancora provare qualcosa di moderno.
    Poi, devo dire che ho un debole per questi piccoli volumi Adelphi, ci sono delle vere chicche!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: