“Nudi e Crudi” di Alan BENNETT

Una sera, tornando da teatro, i coniugi Ransome si ritrovano la casa svaligiata. C’è, però, qualcosa che non quadra. Infatti, non sono stati portati via solo gli averi più preziosi o quelli più graditi dai ladri, è stato portato via tutto, sì proprio tutto: dai mobili alla moquette, dal forno alla carta igienica, persino lo sformato!

Così, dentro la scena, inizia “Nudi e crudi” di Alan Bennett. Senza troppi preamboli ci si ritrova nel dramma di questa coppia derubata di ogni avere. Inizialmente, i coniugi sembrano poter cadere in piedi in quanto il sinistro è coperto dall’assicurazione, ma vivendo un periodo da accampati in casa, si trovano a dover fare i conti con una vita spartana a cui, due borghesi come loro, non sono abituati. Il nervosismo si impossessa di Mr Ransome, così attaccato al passato e ai suoi beni materiali, mentre Mrs Ransome dapprima passiva e rassegnata, inizia reinventarsi, a trovare nuovi stimoli e a vivere con una maggior consapevolezza. In seguito il racconto evolverà in un susseguirsi di circostanze comiche e grottesche, condite da un umorismo tipicamente inglese, che porteranno il lettore a scoprire la verità sul furto subito dai Ransome.

Lo stile del racconto (o romanzo breve?) richiama molto i testi teatrali, infatti questa storia si presta molto a una rappresentazione scenica. Il cinico umorismo verso la middle class inglese è palpabile, quanto la riflessione offerta al lettore: come reagiremmo se un giorno fossimo spogliati di ogni bene? Forse recupereremmo dapprima il necessario, valorizzando più a fondo il significato di questo termine, mettendolo in connessione con le nostre vere esigenze. Poi faremmo una cernita di quanto abbiamo perso di superfluo, scoprendo allora che molte cose erano da noi possedute solo come status symbol o come mero sfizio.

Vi consiglio di leggere questo testo e a portare con voi le riflessioni che suggerisce tra le sue righe comiche e grottesche. Se lo avete letto, invece, cosa ne pensate?

Marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: