“Opinioni di un clown” di Heinrich BÖLL

Ho sempre nutrito sentimenti contrastanti verso la figura del clown: se da una parte, dall’età di nove anni nutro una passione verso It, il celebre clown nato dalla penna di Stephen King, dall’altra, invece, ho sempre provato una certa malinconia di fronte al clown come figura artistica. Non è facile da spiegare ma, appena ne vedo uno, specialmente per strada o all’interno di uno spettacolo, mi ritrovo a domandarmi chi si celi dietro la mole di trucco o cosa vuole trasmettere con la sua performance. Insomma, i clown mi hanno sempre suscitato un insieme di emozioni: un misto tra paura, malinconia e curiosità.

Quando ho visto questo libro, sono stata catturata da quello che prometteva di essere il protagonista, ovvero proprio un clown, e subito ho provato il desiderio di immergermi nella storia. Opinioni di un clown scritto da Heinrich Böll ha come protagonista Hans, un artista di strada che vive nella città di Bonn. Il giovane è tormentato dall’abbandono della fidanzata Maria e, dopo l’ultimo spettacolo senza successo, subisce un crollo emotivo che lo porta a rimuginare sulla sua vita. Maria è una cattolica praticante e la relazione di Hans non è vista di buon occhio da parte dei gruppi politici filocattolici della città, all’epoca molto presenti e influenti, tanto da portare la giovane a lasciare il fidanzato e a legarsi sentimentalmente a un membro del partito.

Il libro è una critica alla borghesia tedesca del periodo successivo alla Seconda guerra mondiale. Un momento storico in cui nella società dominava l’apparenza e l’ipocrisia, e dove tutto era veicolato da interessi. La particolarità del romanzo è che si svolge in un arco temporale molto breve, anche se il lettore ha la percezione di restare insieme al protagonista per molto tempo. Il personaggio di Hans, infatti, domina completamente la scena trasmettendo sentimenti di incomprensione ed emarginazione. In un periodo di grande malinconia, ricorda il suo passato, facendolo conoscere al lettore con spontaneità e sincerità, nel bene e nel male. Inoltre, critica in modo diretto lo Stato, la società, ma anche la sua famiglia con un occhio oggettivo e distaccato. Inizia così una serie di telefonate a famigliari e conoscenti, dove ogni verità viene esternata e portata all’eccesso, talvolta con critiche molto pesanti.

Se da una parte sono stata colpita dalla profonda tristezza di Hans, dall’altra avrei voluto entrare sulla scena per scuoterlo e sollecitarlo a dimenticare Maria, in modo da riprendere in mano la sua vita. Tuttavia, nella maggior parte del tempo sono rimasta un osservatore esterno alla scena. Inoltre, al di là della figura di Hans, non ho sentito particolare empatia verso gli altri personaggi, perché ho avuto la sensazione che orbitassero intorno alle vicende del protagonista, senza avere una loro profondità.

Ho apprezzato questo libro, in primo luogo per la bellezza dei dialoghi, così ricchi di emozioni, anche di quelle considerate negative e dalle quali spesso rifugiammo, perché “non sta bene farle vedere in pubblico”. In secondo luogo, mi è piaciuto molto lo stile usato da Böll capace di delineare personaggi che sembrano camminare su un filo sospeso nel vuoto. Lo stesso vale per Hans, continuamente teso verso il baratro e verso il buio, che però ha qualche guizzo di forza e la voglia di non desistere. Ho apprezzato anche la spregiudicatezza delle critiche, che rendono il testo un atto alternativo di e di coraggio per l’epoca in cui è stato scritto. Non posso che consigliare il libro a tutti coloro che vogliono cimentarsi in una lettura diversa, curiosa e molto particolare.

Stefy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: